Il certificato per attività sportiva non agonistica: che cos’è, a cosa serve, come si ottiene? - Biotechware

Lo svolgimento di attività sportiva a livello non agonistico prevede una vista medica con accertamento dello stato di buona salute e di sana e robusta costituzione nonché l’esecuzione o la visione dell’elettrocardiogramma di base (ECG).

Chi deve fare il certificato

  • gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall’orario di lezione
  • coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)
  • chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale

Quali sono i medici certificatori

  • il medico di medicina generale per i propri assistiti
  • il pediatra di libera scelta per i propri assistiti
  • il medico specialista in medicina dello sport ovvero i medici della Federazione medico-sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano

Quando fare i controlli e quanto dura il certificato

  • Il controllo deve essere annuale
  • Il certificato ha validità annuale con decorrenza dalla data di rilascio

Quali esami clinici sono necessari

  • Per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l’anamnesi e l’esame obiettivo con misurazione della pressione e di un ECG  a riposo effettuato almeno una volta nella vita.
  • Per chi ha superato i 60 anni di età associati ad altri fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un ECG basale debitamente refertato annualmente
  • Anche per coloro che, a prescindere dall’età, hanno patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare è necessario un ECG basale debitamente refertato annualmente.
  • Il medico può prescrivere altri esami che ritiene necessari o il consulto di uno specialista

Che cosa è l’ECG? Acronimo per Elettrocardiogramma

L’elettrocardiogramma è un esame diagnostico ambulatoriale che consente di registrare e visualizzare graficamente l’attività elettrica del cuore. Uno strumento essenziale per “leggere” lo stato di salute del tuo cuore. Con gli elettrodi dell’ ECG, 6 al torace e 4 agli arti, è come se il nostro cuore venisse osservato da 10 spettatori diversi con 10 prospettive diverse: ne valutano la funzionalità, la struttura e l’attività cardiaca.

Si possono vedere alterazioni:

  • del ritmo cardiaco,
  • della frequenza della regolarità,
  • della durata del ciclo elettrico
  • o irregolarità dell’ampiezza del segnale cardiaco.

E’ pericoloso o doloroso l’esame ECG? 

L’esame è sicuro e indolore. Al paziente vengono applicati sulla pelle alcuni elettrodi, collegati attraverso fili elettrici a un apparecchio chiamato elettrocardiografo. Gli elettrodi e i fili captano e trasmettono l’attività elettrica del cuore all’elettrocardiografo che la elabora e visualizza sotto forma di un tracciato grafico. 

L’unico accorgimento per l’atleta è: non parlare e rimanere tranquillo e fermo.